Uefa Stasera Werder-Shakhtar in palio c’è l’ultima coppa

Werder Brema o Shakhtar Donetsk. Una delle due alzerà al cielo l’ultima Coppa Uefa della storia. Il trofeo, dalla prossima stagione, cambierà volto e soprattutto nome (Europa League). Al «Sükrü Saraçoglu» di Istanbul, impianto del Fenerbahçe da 50.000 posti, si affronteranno il club tedesco vincitore di una Coppa delle Coppe e gli ucraini del magnate Rinat Akhmetov, dal patrimonio stimato di 31 miliardi di dollari. Il Werder di Thomas Schaaf, uscito prematuramente dalla Champions (come lo Shakhtar) ma «killer» di Milan e Udinese in Uefa, non avrà il fantasista-goleador brasiliano Diego che a luglio vestirà la maglia della Juve. Fuori anche Hugo Almeida e per infortunio il difensore Mertesacker. Sulla panchina dei «minatori», la vecchia volpe Mircea Lucescu; in campo il temibile quartetto brasiliano d’attacco: Fernandinho, Ilsinho, Jadson e Adriano. Lo Shakhtar sarebbe il primo club ucraino, dal crollo del blocco sovietico, a vincere un titolo europeo. Intanto il Tas ha deciso che Matuzalem, ora alla Lazio, dovrà risarcire allo Shakhtar quasi 12 milioni di euro per l’unilaterale rescissione del contratto nel 2007.