UFO L’assassinio di Kennedy? Spunta la pista degli alieni

Il presidente americano John Fitzgerald Kennedy fu ucciso a causa di un eccessivo interesse per gli Ufo? È quello che sostiene lo scrittore William Lester, impegnato nelle ricerche in questo campo per la realizzazione del suo libro A Celebration of Freedom: JFK and the New Frontier. Lo scrittore ha rivelato in un’intervista ad Aol News di avere trovato alcune lettere che appoggerebbero la sua tesi. Il presidente degli Stati Uniti aveva chiesto di poter accedere ai documenti sugli Ufo dei servizi segreti. In una nota al direttore della Cia, datata 12 novembre 1963, dieci giorni prima del suo assassinio a Dallas, Kennedy scrisse: «È importante fare una chiara distinzione fra quello che sappiamo e quello che non sappiamo nel caso in cui i sovietici interpretino la nostra cooperazione allargata come la copertura di un’azione dei servizi segreti». Parole che indicherebbero secondo Lester la volontà del presidente di evitare tensioni con l’Urss. «Una delle preoccupazioni di Kennedy», scrive, «era l’avvistamento di molti Ufo nei cieli dell’Urss. Era preoccupato che i russi potessero credere che si trattasse di una aggressione degli Usa, Credo sia una delle ragioni per cui voleva informazioni, in modo da dire ai sovietici: «Non siamo noi, non è una provocazione».