Ughi suona al Conservatorio Jeffrey Swann in Sala Verdi

Valeria Pedemonte

Oggi, agli Arcimboldi alle 20.30, l'Orchestra Verdi, diretta da Carlo Tenan propone Beethoven secondo Uri Caine: improvvisazioni su temi di autori classici.
Domani. In Conservatorio (sala Verdi), alle 20,30, il Quartetto Emerson interpreta composizioni di Mozart e Sostakovic. In Conservatorio (sala Puccini), alle 12.45, continua la serie di Concertiamo! con la partecipazione dei migliori allievi del Conservatorio. In programma musiche di Fauré, Debussy, Rachmaninov.
Mercoledì. In Conservatorio, alle 21 il pianista Jeffrey Swann suona musiche di Mozart, Chopin, Franck e Liszt.
Giovedì. In Auditorium alle 20.30, l'Orchestra Verdi, diretta da Vladimir Jurowski, interpreta la Sinfonia n. 7 di Sostakovic. Al Dal Verme, alle 21, l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali, diretta da Corrado Rovaris e con il pianista Andrea Lucchesini, danno vita a composizioni di Galante (novità), Beethoven e Schumann.
Venerdì. Al Rosetum, alle 21, il Quartetto fiati formato da Gianni Biocotino (flauto), Anna Maria Gianquinto (clarinetto), Claudia Pane (fagotto), Alfredo Perdetti (corno) interpretano musiche di Rossini, Poulenc, Mozart, Doppler.
Sabato. Alla Scala, si replica Rigoletto di Verdi con la direzione di Riccardo Chailly.
Domenica. Nella Palazzina Liberty, alle 10.30, l'Orchestra da camera «Milano Classica», diretta da Gianpaolo Bisanti e con Carlo Torlontano come corno delle alpi, danno vita a musiche di Kummel, D'Aquila, Mozart. In Conservatorio, alle 21, I Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone, con il violinista Uto Ughi, propongono musiche di Viotti, Spohr e Beethoven.