Uil Arrivano nuovi ordini ma la Regione non aiuta

«Il ritorno dell’industria slogan del nostro XIV Congresso sta a significare che la maggiore ricchezza è data dall’industria manifatturiera. Pertanto è necessario aiutarla a svilupparsi e a consolidarsi, altrimenti non si fa sistema». Lo ha detto Antonio Apa, Segretario generale della Uilm di Genova, nel corso del XIV congresso provinciale dei metalmeccanici Uil cui hanno partecipato Sergio De Luca, Ad Ansaldo Sts; Giancarlo Grasso, Ad Selex Communications; Carlo Gualdaroni, Ad Elsag Datamat; Giuseppe Zampini, Ad Ansaldo Energia; Gian Federico Vivado, Presidente OMS SpA; Alberto Maestrini, Direttore navi militari Fincantieri; Renzo Guccinelli, Assessore regionale allo Sviluppo e Giovanni Contento, segretario nazionale Uilm. «Non basta rivendicare - ha osservato Apa - la presenza di Fincantieri e di Finmeccanica sul territorio e poi scoprire che la Regione Liguria è una delle poche che non ha utilizzato il sistema Tetra; che il contratto relativo al prolungamento della metropolitana genovese tarda a partire per effetti burocratici nonchè per mancanza di fondi». Peraltro il rappresentante della Uilm ha portato anche una «buona notizia come l’anticipo di due ordini a Fincantieri per la prevista costruzione di una nave «multiruolo» e di una nave rifornitrice per la Marina.