Ultima chiamata per i velocisti Pozzato ci prova

Ultima volata di stagione, da Parigi a Tours (il via in periferia a Saint Arnoult en Yvelines), la classica più veloce del mondo. La corsa che premia gli uomini veloci o tuttalpiù quelli audaci, capaci di rompere le uova nel paniere. Ultima grande occasione per gli uomini veloci, prima del gran finale sabato prossimo sulle strade del Lombardia.
Oggi spazio ai lunghi rapporti e alle leve potenti: edizione numero 101, per una corsa che è nata nel lontano 1896 e che agli italiani ha sorriso davvero poche volte. Cinque le vittorie (Jules Rossi nel 1938; Francesco Moser nel 1974; Nicola Minali nel ’95 e nel ’96; Andrea Tafi nel 2000).
Oggi ci riproviamo con Filippo Pozzato, che ha una gran voglia di chiudere in bellezza «E’ la vittoria che mi ci vuole», dice. Ci riproviamo con Danilo Napolitano che cerca il primo grande successo della sua carriera di velocista «Dopo la tappa al Giro, voglio una grande classica», si sbilancia il siciliano. Spera di dire la sua anche Alessandro Petacchi, che non è al top, ma sa che dopo questa volata dovrà aspettare febbraio per poterne fare altre. «Non l’ho mai vinta, è giunto il momento di rompere questo tabù».
Da tenere d’occhio i soliti noti, da Erik Zabel a Thor Hushovd, dal Oscar Freire a Robbie Mc Ewen. Tanti uomini veloci, capaci di dire la loro dopo 256 chilometri di corsa sul filo dei cinquanta all’ora.
TV Diretta su Rai Tre a partire dalle 15.30 e su Eurosport dalle 15.