Ultimatum dei sindacati: a marzo lo sciopero generale degli statali

"Il tempo sta scadendo" avverte il leader della Uil Angeletti. Sul tavolo il rinnovo del contratto che interessa il biennio economico 2006-07. L'attacco delle organizzazioni di categoria: "Il governo non rispetta gli impegni"

Roma - I sindacati del pubblico impiego hanno indetto lo stato di agitazione della categoria e annunciano uno sciopero della categoria, da attuare nel mese di marzo, in assenza di risposte da parte del governo. In particolare Fp-Cgil, Fp-Cisl, Fpl-Uil e Pa-Uil chiedono l'applicazione del recente memorandum sulla riforma della pubblica amministrazione, con l'avvio rapido delle trattative per il rinnovo contrattuale, e l'avvio della previdenza integrativa anche per il pubblico impiego.

Angeletti Minaccia confermata dal leader della Uil, Luigi Angeletti: "Tra un po' il governo si ritroverà con uno sciopero degli statali" è l'avvertimento del segretario generale della Uil. Sul tavolo il rinnovo contrattuale degli statali, che interessa il biennio economico 2006-07. "Il tempo sta scadendo - spiega Angeletti, ricordando che c'è un "impegno preciso del governo. È passato gennaio, se passa anche febbraio si prenderanno uno sciopero" ha concluso Angeletti.