Gli ultimi dati Sforato il bonus: è il terzo anno peggiore del decennio

Ora è ufficiale: Milano ha esaurito il bonus annuo dei 35 giorni fuori legge per l’inquinamento dopo appena 38 giorni dall’inizio del 2011. Per il capoluogo lombardo suona l’ora della procedura d’infrazione comunitaria.
Le centraline dell’Arpa hanno infatti registrato ieri valori record: 181 microgrammi al metrocubo di Pm10 nella stazione di via Senato. E tassi di tre volte superiori al limite europeo dei 50, si sono avuti anche in Città Studi (157) e al Verziere (176). Simili concentrazioni di polveri sottili, così prolungate nel tempo, collocano l’inverno del 2011 sul podio dei più inquinati dell’ultimo decennio. Solo nel 2002 e nel 2006, infatti, il bonus europeo dei 35 giorni fu «bruciato» prima del 7 febbraio: precisamente il 4 febbraio nel 2002 e il 5 nel 2006. Le buone notizie arrivano dal meteo, l’alta pressione, responsabile del poco ricambio dell’aria, durerà fino a sabato. Da oggi a venerdì aumenterà notevolmente la nebbia nella zona sud di Milano e della provincia, ovvero persisteranno le condizioni che favoriscono l’accumularsi delle polveri sottili: aria ferma e umidità. Durante il fine settimana l’alta pressione cesserà: temperature più fredde e nuvole, la pioggia è prevista per domenica.