Ultimi giorni per i «Maestri della scultura»

Chiude domenica la mostra «Maestri della scultura in legno nel ducato degli Sforza» al Castello, l’esposizione che raccoglie per la prima volta una selezione delle più importanti opere in legno realizzate tra XIV e XV secolo. Una rassegna che ha riscosso un significativo riscontro con oltre ventimila visitatori. Curata da Giovanni Romano e Claudio Salsi, con Francesca Tasso, Marco Albertario, Raffaele Casciaro e Daniele Pescarmona, la mostra ha riunito le opere in un suggestivo ambito scenografico. Grazie a prestiti accordati dai maggiori musei internazionali, dalle più prestigiose collezioni pubbliche e private e da edifici di culto, l’esposizione è il risultato di una vasta campagna di studi e restauri e rappresenta un passo fondamentale nella rivalutazione della scultura in legno, che caratterizza la produzione artistica rinascimentale in una regione, la Lombardia, i cui confini si estendevano dal Piemonte occidentale fino all’Emilia settentrionale e dove Milano, corte sforzesca, era centro aggregativo e propulsivo di fenomeni culturali e artistici.