Gli ultimi saranno gli ultimi

Fiducia nella magistratura? Ma voi state scherzando. Uno la fiducia può officiarla se ha la disgrazia di ricoprire incarichi che lo vogliano fiducioso per galateo istituzionale: ma, non appena conoscesse fatti e persone nel dettaglio, dovete spiegarmi per quale ragione al mondo dovrebbe aver fiducia in magistrati come Fabio De Pasquale e Carlo Robledo. Sono quelli che stanno formulando l’ennesima richiesta di rinvio a giudizio contro Berlusconi in campagna elettorale, sì. Robledo l’ho conosciuto da cronista a Monza, De Pasquale da cronista a Milano: e penso tranquillamente che la magistratura, quella in cui aver fiducia eccetera, di due come loro potrebbe tranquillamente fare a meno. Di Robledo non voglio dire una parola, perché ho il sospetto che ne avrebbe solo piacere. Di Fabio De Pasquale voglio ricordare che inquisì Giorgio Strehler con baccano internazionale e chiedendo la pena più alta: poi incassò un’assoluzione con formula piena. Indagò sui fondi neri Assolombarda: e la Camera respinse alcune richieste di autorizzazione a procedere che poi furono giudicate «persecutorie» dall’intero arco costituzionale, sinistre comprese. È il magistrato che promise la libertà a Gabriele Cagliari e poi se ne partì per il mare, disconosciuto dal Pool che mai lo volle con sé. A un così ricco medagliere mancava giusto qualcosa.