Ultimo minuto fatale allo Spezia

da La Spezia

La sindrome dell'ultimo minuto colpisce ancora. Adrian Ricchiuti affonda lo Spezia al 49' del secondo tempo quando tutti si aspettavano il fischio finale. Così al Picco finisce 0 a 1 per i romagnoli e lo Spezia si lecca le ferite dell'ennesima distrazione finale. Fino a quel momento era andato tutto bene. Antonio Soda, allenatore dello Spezia, aveva ritrovato Ferdinando Giuliano in difesa con un Marco Gorzegno tornante in formato «Lecce». Nel primo tempo Saverino al 5' prova la girata da pochi passi ed al 35' si vede respingere un diagonale quasi sulla linea. Nella ripresa grande lotta a centrocampo. Nel finale il tap in di testa di Ricchiuti e lo Spezia affonda.
Santoni 6 : a tratti un po’ titubante. Camorani 6: torna con decisione sull'out destro. Bianchi 6: si busca l'ammonizione che gli costa il turno di squalifica. Controlla Jeda e non è facile. Zaninelli 5.5: meno preciso delle altre volte. Giuliano 6: il duello con Pagano lo impegna duramente. Gorzegno 6.5: si impegna allo spasimo come tornante. (43' s.t. Fietta s.v.: presenza). Biso 6.5: sottotono, ci prova da fermo. Frara 6.5: attacca e difende con grinta. Saverino 6: le occasioni gol sono sue. Non è fortunato. Do Prado 5.5: sfrutta le sue leve per portare su la squadra. (27' s.t. Colombo s.v.: con lui c'è più sprint davanti. Buona intuizione al 39' sprecata da Guidetti). Guidetti 6: troppo frettoloso. Nel finale spreca. Soda 5.5: lo Spezia subisce ancora alla fine. Un aspetto su cui ormai è necessario lavorare.