Gli Ultras disertano San Siro per protesta

Dopo la decisione di spostare Sampdoria-Milan a San Siro per il Trofeo Pagine Gialle, ufficialmente perchè è «Il suo bacino naturale» probabilmente invece per motivi di ordine pubblico dopo la sentenza sulla combine di Genoa-Venezia, ieri gli Ultras Tito Cucchiaroni hanno deciso, facendolo sapere attraverso un comunicato, che non andranno a Milano per protesta. «In seguito al forzato spostamento dell' incontro Sampdoria-Milan in programma per il 21 agosto a Genova, gli Ultras Tito Cucchiaroni esprimono la più totale disapprovazione verso tale provvedimento, che va a colpire gli interessi della tifoseria sampdoriana senza che chi di dovere abbia avuto il buon gusto di spiegarne chiaramente le motivazioni.Pure in mancanza di tali riscontri oggettivi riteniamo tuttavia chiaro che, al di là delle dichiarazioni di facciata delle due società, dietro questo spostamento ci sia la lunga mano di chi, evidentemente, abdica preventivamente al proprio ruolo istituzionale sulla base di presunti timori legati all'ordine pubblico, timori che, tra l'altro, consideriamo completamente infondati. Riteniamo inoltre doveroso e chiediamo a viva voce, che in nessun modo la Sampdoria e i suoi tifosi vengano coinvolti da terzi. Ci permettiamo di far notare ai fautori dello spostamento della partita che tale atto rischia di rappresentare un pericoloso precedente per il prosieguo della stagione sportiva. Invitiamo altresì «autorità» e organi di informazione a non usare il nome della nostra città per perorare gli interessi di bandiera di una parte di essa. Come cittadini genovesi ricordiamo infatti che un fiore all'occhiello la Genova sportive lo ha, si chiama Unione Calcio Sampdoria ed esporta da anni il nome della città in Europa e nel mondo. È bene che tutti lo ricordino più spesso. Comunichimao che noi, Ultras Tito Cucchiaroni, non prenderemo parte alla trasferta in quanto rifiutiamo categoricamente di legittimare una simile insopportabile imposizione».