Umberto I Montaguti: «Le consulenze? Solo un rinnovo»

In riferimento all’articolo del 14 febbraio a firma di Antonella Aldrighetti, ennesimo tentativo di mettere in cattiva luce l’Umberto I affrontando argomenti di natura gestionale per il quali l'Azienda risponde ai propri organi di controllo, terrei a precisare che nell’articolo in questione vengono fatte illazioni su aspetti che andrebbero approfonditi, chiedendo chiarimenti alla direzione generale, sempre disposta a collaborare con i professionisti dell’informazione. I contratti rinnovati di cui si parla nell’articolo, insinuando che possa esserci un interesse personale del sottoscritto nel rinnovo degli stessi, sono stati stipulati durante il mandato del collega Riccardo Fatarella; sono stati rinnovati negli anni perché gli operatori svolgono il loro lavoro in maniera professionalmente ineccepibile, e non capisco il perché si debbano andare a colpire due lavoratori che sono noti al Policlinico per la loro professionalità. L’articolo di Antonella Aldrighetti colpisce ingiustamente delle persone che si guadagnano onestamente il proprio stipendio.Direttore generale
____________________
Stupisce, e dovrebbe far riflettere, il fatto che il direttore generale del Policlinico non si preoccupi minimamente di smentire che l’Umberto I paghi le bollette della luce anche agli occupanti abusivi dell’ex Regina Elena. Stupisce che non replichi al Rettore della Sapienza che chiede il suo commissariamento, imitato da numerosi politici. Il prof. Montaguti, all’indomani dell’ennesima scoperta dei Nas, se la prende per due righe dell’articolo, del tutto marginali, nelle quali si dà notizia del rinnovo di due consulenze esterne senza neppure fare i nomi. Chissà perché...