In Umbria a riposo un abitante su due

Quaranta italiani su cento in pensione, con punte di un cittadino su due a riposo in due regioni, Umbria e Liguria. In dieci anni, dal 1995 al 2005, le pensioni sono aumentate di oltre un milione 800 mila unità, con una crescita dell’8,5 per cento, arrivando a quota 23 milioni 257 mila 480. Lo studio è della Cgia di Mestre, con una mappatura sui pesi sulla bilancia previdenziale delle regioni italiane. Se la Lombardia è la regione che ha erogato più vitalizi (3.622.882), e se la percentuale di crescita maggiore spetta al Lazio con il 17,3, eclatante è il dato sulla «densità» (grafico accanto): la media italiana parla di 38,7 pensioni ogni cento abitanti. Il record spetta all’Umbria con il 49,7 e alla Liguria con il 49,6. Ultima la Campania con il 30,7.