Undici corsi di laurea per il primo ateneo «telematico»

da Milano

La sede è nel cuore della Brianza, a pochi chilometri da Milano, nell’ex area Ibm di Novedrate. È nata qui l’Università telematica e-Campus, il primo accordo in esclusiva con Cepu (leader in Italia per l’assistenza e la preparazione universitaria). Cinque le facoltà, undici i corsi di laurea (Giurisprudenza: Servizi giuridici per l’impresa; Economia: Economia e commercio, Psicoeconomia, Scienze bancarie e assicurative; Ingegneria: Ingegneria civile, Ingegneria informatica, Ingegneria dell’automazione industriale, Ingegneria energetica; Psicologia: Scienze e tecniche psicologiche; Lettere: Letteratura, musica e spettacolo, Design e Discipline della moda) con sette master organizzati in forma teorico-pratica che prevedono per lo studente un’esperienza di stage in azienda. «Grazie allo sviluppo delle tecnologie - dice Francesco Polidori, fondatore di Cepu e finanziatore di e-Campus - che hanno reso possibile la comunicazione a distanza sempre più sofisticata e alla portata di tutti, per costi e semplicità d’uso, le università telematiche stanno riscuotendo un grande successo. Arriviamo per ultimi, ma nel mondo, Usa in testa, esistono da quando è nata l’informatica. Questo accordo consente all’ateneo di offrire ai suoi studenti assistenza e tutoraggio, qualificati e garantiti da una competenza affinata nel tempo».
Quelli «telematici» o «a distanza» sono atenei in cui le lezioni non si svolgono in aula, ma sono preparate prima dal docente e poi fruite dallo studente attraverso le moderne tecnologie (e-learning) nel luogo e quando lo studente stesso ritiene più opportuni. Purtroppo, in Italia, questi atenei non sono ancora molto conosciuti: «La società della conoscenza - aggiunge Polidori - si realizzerà appieno solo con lo sviluppo di questo nuovo modo di organizzare l’insegnamento e l’apprendimento».