«Uniamoci al Veneto contro i rom»

Boni: troviamo insieme un rimedio ai crimini degli immigrati

Dopo il continuo ripetersi di atti criminali da parte degli extracomunitari in città e nel resto della Lombardia, il capodelegazione della Lega Nord in consiglio regionale Davide Boni e il capogruppo del Carroccio Stefano Galli hanno rivolto un appello al governatore Roberto Formigoni e al presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan. «Crediamo - spiegano gli esponenti leghisti - sia opportuno avviare quanto prima un tavolo di confronto tra le due regioni al fine di prevedere idonee misure legislative a garantire la sicurezza dei cittadini lombardi e veneti».
Questa iniziativa, chiarisce Boni, «prende spunto dalla norma recentemente approvata dal nostro consiglio regionale per regolamentare la costruzione di centri di culto islamico e da quella che sottoporrò all'attenzione della giunta e del consiglio nell'ultimo testo di modifica della legge 12 di governo del territorio, per frenare l'insediamento di campi nomadi». «Siamo convinti - spiegano Galli e Boni - che insieme potremmo trovare momenti di confronto per porre rimedio ad una problematica che ha ormai assunto contorni gravissimi».