Un’unica tappa di 158 km in quota il fascino del giro del Monte Bianco

Si gareggerà da Courmayeur a Chamonix: 8.500 i metri di dislivello

Il North Face Ultra-Trail du tour du Mont-Blanc ® che si correrà il 25 agosto è, sul piano mondiale, un avvenimento unico nel panorama della corsa in montagna. Attraversa tre paesi (Francia, Italia e Svizzera), e si sviluppa in una sola tappa di 158 km sul percorso del celebre Giro del Monte Bianco, scavalcando dieci colli di più di 2000 metri di altitudine, con un dislivello positivo totale di 8500 metri. L'impresa sportiva e umana è notevole: 158 km, ovvero quanto dista Courmayeur da Torino in autostrada, ma anche la somma di quattro maratone con un dislivello pari a due volte l'ascensione all'Everest partendo dal campo base. Il tutto da portare a termine in un massimo di 45 ore! Lo spirito del Trail è nel fascino del paesaggio, dominato dalle vette e dai ghiacciai della Catena del Monte Bianco, nella condivisione, nel rispetto e nell'amicizia e nella solidarietà tra partecipanti, volontari e popolazione locale.
I PARTECIPANTI La prima edizione del 2003 ebbe 722 partecipanti, raddoppiati l'anno successivo. Questa manifestazione ha riscosso tale successo che le iscrizioni per la competizione di quest'anno sono state chiuse dopo solo tre settimane, perché si era raggiunto il numero massimo di concorrenti ammessi, fissato in 2500 atleti, provenienti dai 5 continenti e 48 nazioni. Tutte le nazioni europee sono rappresentate. La maggioranza dei partecipanti è maschile, di età tra i 23 ed i 60 anni, con una buona rappresentanza degli ultrasessantenni ed un 15% di donne. Circa il 50% dei concorrenti arriva a terminare la gara.
IL PERCORSO La partenza della gara è nella centrale piazza Triangle de l'Amitié di Chamonix, il 25 agosto alle ore 19, dove è atteso l'arrivo dei primi verso le ore 16 del giorno successivo. Il percorso è circolare, da Chamonix verso ovest fino al primo passaggio impegnativo del Col du Bonhomme, 2479 m, dopo 38 km di corsa. Da qui attraverso il Col de la Seigne (mt 2516) si entra in Italia, in Val Veny, per raggiungere Courmayeur e proseguire verso est fino al Grand Col Ferret (mt 2537), che segna il passaggio in Svizzera. Il tracciato prosegue lungo i sentieri svizzeri sotto la vetta del Mont Dolent, che segna il triplice confine tra Francia, Svizzera e Italia e ritorna in Francia valicando il Col de la Forclaz, che si trova a est di Chamonix. L'ultimo tratto, seguendo il panoramico sentiero denominato Petit Balcon sud, riconduce alla piazza di Chamonix.
LA NOVITÀ Per favorire la partecipazione di un maggior numero di persone ad una competizione di questa bellezza, nasce quest'anno il nuovo North Face Ultra Trail Courmayeur-Champex-Chamonix. Questa seconda competizione, di 86 km e 4500 m di dislivello positivo, partirà alle 12 dalla piazza del Municipio di Courmayeur e vedrà impegnati 1000 corridori, che dovranno terminare l'impresa in 24 ore. Si stima che il più veloce giungerà a Chamonix verso le ore 21.30.
ORGANIZZAZIONE Il Comitato organizzativo è composto dai rappresentanti di alcune associazioni, tra cui Les Trailers du Mont Blanc (associazione francese senza fini di lucro, motore dell'evento); gli organismi locali con i servizi municipali, turistici, sportivi e di soccorso e le loro associazioni, come i Courmayeur Trailers. I nomi sono importanti: Giorgio Simonetti, Alberto Motta, Giorgio Vergnano, Alberto Lorenzi e Alessandra Nicoletti. In ognuno dei 9 comuni attraversati vengono organizzati eventi folkloristici aperti a tutti i turisti, per coinvolgere la popolazione e dare sostegno morale agli atleti; 800 i volontari che si prodigano lungo tutto il percorso, anche in montagna.
SPECIFICHE Lungo il percorso sono dislocati più di 20 punti di ristoro, soccorso e controllo, nei quali è possibile trovare cibo, cure ed assistenza. Grazie ad un innovativo sistema di collegamento wi-fi, ogni stazione è dotata di un computer in rete ad alta velocità per garantire la sicurezza dei concorrenti ed il recupero di eventuali persone in difficoltà. La quasi totalità del tracciato è lungo i sentieri di montagna che costituiscono il notissimo e frequentatissimo Giro del Monte Bianco e che le comunità locali durante l'anno hanno provveduto a mantenere in ottime condizioni. Il percorso è indicato grazie a 5000 segnali visibili di giorno e di notte, che al termine della gara verranno rimossi. Tre importanti punti di accoglienza vengono allestiti a Les Chapieux (Francia), Courmayeur (Italia) e Champex-lac (Svizzera) dove gli atleti potranno trovare un pasto caldo, le docce, massaggi e cure mediche, letti.