Unicredit Collocato a «metà» il bond da 2,3 miliardi

È stato collocato per un importo nominale complessivo di circa 1,25 miliardi di euro il bond «retail» lanciato da Unicredit a inizio ottobre. Un risultato considerato «soddisfacente» da fonti della banca alla luce dell’attuale situazione dei mercati finanziari. L’importo totale massimo previsto per il prestito obbligazionario era di 2,3 miliardi. Il bond, della durata di due anni e tre mesi, è suddiviso in due tranche, una a tasso fisso da massimi 1,5 miliardi di euro e una a tasso variabile da massimi 800 milioni. La tranche a tasso fisso è stata collocata per 948,7 milioni, quella a tasso variabile per 303,7 milioni. Il periodo di collocamento è iniziato il 2 ottobre scorso e si è concluso il 29 ottobre. Per la prima tranche sono previste due cedole annuali al tasso lordo del 4,25% (3,719% il rendimento effettivo netto) e una cedola finale trimestrale all’1,06% (0,930% netto). La seconda tranche prevede una cedola al 4,60% annuo per i primi due trimestri e un coupon pari all’Euribor a tre mesi diminuito di 0,40% per i trimestri successivi. La scadenza per entrambe le tranche è fissata al 31 gennaio 2011. I titoli, destinati alla clientela «retail», sono stati venduti attraverso la rete bancaria del gruppo.