Unicredit rinuncia a Bank Pekao e cede l’1,3% di azioni proprie

Unicredit rinuncia all’acquisto del 3,95% di Bank Pekao e versa al ministero del Tesoro polacco 78 milioni di euro. Lo annuncia una nota della banca di Piazza Cordusio, in cui spiega che le parti hanno modificato l’accordo, siglato lo scorso 2 settembre, di opzione «put e call» sulle azioni dell’istituto polacco, rinunciando alle loro rispettive opzioni sul 3,95% detenuto dal ministero del Tesoro in Bank Pekao. Unicredit ha inoltre ceduto ieri 170.357.899 azioni proprie, pari a circa l’1,3% del capitale sociale ordinario, per un controvalore totale di 288 milioni di euro. Le due operazioni sono volte al rafforzamento del Core Tier 1 ratio, spiega in una nota la banca di Piazza Cordusio, rispettivamente per 5 e 8 punti base. Ieri a Piazza Affari le azioni di Unicredit hanno però lasciato sul terreno il 4,62%: Ubs ha portato il rating da «buy» a «neutral» e il target di prezzo da 3,5 euro a 1,8 euro. Gli analisti, in particolare, hanno puntato il dito sulle incertezze legate all’andamento del ciclo economico in Europa, nonché su quelle connesse alla performance della divisione Investment Bank.