Unione, gli scienziati contro il programma

Il programma dell’Unione suscita già critiche. A sollevare dubbi è l’Associazione Galileo 2001 per la libertà e la dignità della scienza di cui fanno parte illustri scienziati nazionali. La sinistra vuole infatti tornare alla legge sull’elettrosmog per preservare la salute da malattie mortali. Galileo 2001 precisa che «i campi magnetici presentano gli stessi rischi oncologici del caffè e delle verdure sottaceto, mentre quelli a radiofrequenza non promuovono né inducono il cancro. L’attuazione di quella legge comporterebbe un danno di miliardi di euro e la beffa di non salvare alcuno».