Unipol, D’Alema fa litigare i ministri

«Mastella viola la Costituzione», «Di Pietro attenta al buonsenso». Il caso Unipol esplode nel governo e le intercettazioni che coinvolgono D’Alema fanno litigare i due ministri, il Guardasigilli e quello delle Infrastrutture. Così, dopo tre giorni, si fa sentire anche Prodi che preferisce non entrare nella lite ma telefona a D’Alema e Fassino per esprimere - un po’ in ritardo - la propria solidarietà. E sulle accuse di Mastella al Gip Clementina Forleo l’Anm lascia solo il magistrato.