Unipol-Ds, quelle telefonate con reato

Con le due ormai note telefonate a Massimo D’Alema e Piero Fassino, datate rispettivamente 14 e 17 luglio 2005, l’ex presidente di Unipol Giovanni Consorte avrebbe commesso due episodi di insider trading. Sono le conclusioni alle quali arriva il pm di Milano Luigi Orsi nella memoria depositata nel corso dell’udienza sulle intercettazioni tra alcuni politici e indagati nell’inchiesta Unipol-Bnl. Il pm ha chiesto al gip Forleo, l’autorizzazione a utilizzare le trascrizioni dei colloqui intercettati con alcuni esponenti del Parlamento.