Unipol: rinviata la decisione sul prezzo dei nuovi titoli

da Milano

Utili raddoppiati nel primo semestre dell'anno per Unipol, che rinvia la decisione sul prezzo dell'aumento di capitale per Bnl. Il cda della compagnia ha deliberato ieri l'aumento per un massimo di 2,6 miliardi già autorizzato dall'assemblea del 29 agosto ma ha rinviato ad una prossima riunione la fissazione del numero e del prezzo di emissione delle nuove azioni, nonchè il relativo rapporto di opzione. Per quanto riguarda i risultati la compagnia ha registrato un risultato netto consolidato di 192,1 milioni (+139,7% rispetto agli 80,2 milioni di euro del primo semestre 2004). L'utile netto consolidato ha raggiunto i 221,5 milioni di euro (+122%). In una nota il gruppo prevede di conseguire, prescindendo dagli effetti dell'operazione Bnl, un roe (ritorno sul capitale) a fine anno intorno all'11,5%, in anticipo rispetto ai target fissati. Per quanto riguarda l’attività assicurativa la raccolta premi è salita a 5,331 miliardi (+ 4,5% rispetto al primo semestre '04), di cui 3,357 miliardi nel ramo vita (+7,5%) e 1,973 miliardi nei rami danni (in linea con il 2004). Unipol banca ha chiuso il semestre con un utile netto di 12,1 milioni (3,2 milioni), dopo avere spesato oltre 29 milioni di euro per ammortamenti, accantonamenti ed imposte. La raccolta diretta è stata di 4,586 miliardi (+20,6%).