United ko, il Chelsea vola con Drogba. E Zola esce dall'inferno della retrocessione

L'Everton che aveva battuto i Blues ora regola per 3-1 i Red Devils. Ancelotti passa 2-0 con il Wolverhampton grazie alla doppietta del suo bomber ivoriano. Bene Arsenal e Tottenham, solo 0-0 tra il City e il Liverpool. Il West Ham vince 3-0 e si porta a +4 dal terzultimo posto

TONFO MANCHESTER. Dopo il Manchester City e il Chelsea la scorsa settimana, l'Everton castiga anche il Manchester United. Al Goodison Park di Liverpool, il vantaggio iniziale di Berbatov è un'illusione per i Red Devils. Pochi minuti e Bilyaletdinov pareggia, mentre nel finale i Toffees affondano gli uomini di Sir Alex Ferguson per il 3-1 finale. Un brutto ko per gli avversari del Milan in Champions, reduci dall'impresa del 3-2 di San Siro. Dal canto suo, l'Everton si conferma giant-killer e torna a sognare l'Europa. Ancora problemi in difesa per lo United, che patisce le incursioni centrali degli attaccanti avversari.
SAN DROGBA. Se gli inseguitori steccano, la lepre non rallenta. Il Chelsea di Ancelotti passa invece a Wolverhampton grazie alla doppietta di Drogba. Per l'attaccante ivoriano 19 gol in stagione finora, due meno del capocannoniere della Premiership, Wayne Rooney. I Blues - che perdono per infortunio Zhirkov e in vista del match con l'Inter si devono inventare Belletti esterno sinistro -salgono così a 61 punti, 4 in più dello United.
CITY E REDS NON SI FANNO MALE. Ma il match di giornata era quello tra il Manchester City di Roberto Mancini e il Liverpool di Rafa Benitez. La sfida cruciale per il quarto posto, però, si è conclusa a reti inviolate e ha consentito al Tottenham (3-0 a Wigan con doppietta di Pavlyuchenko) di agguantare i Citizens a quota 46 punti. Seguono a un solo punto Liverpool e Aston Villa (5-2 sul Burnley). I claret and blue di Birmingham, però, hanno un match da recuperare, proprio come il Manchester City.
LONDON CALLING. Parafrasando i Clash, Londra chiama. Squillano forte tutti, nella Capitale. Oltre ai successi di Chelsea e Tottenham, vincono anche le altre tre squadre londinesi impegnate in Premiership. In primis l'Arsenal, che all'Emirates Stadium si sbarazza del Sunderland con i gol di Bendtner e Fabregas portandosi a soli due punti dal Manchester secondo. Grande gioia anche a Londra Est, dove il West Ham di Zola centra finalmente un successo rotondo e convincente contro l'Hull City in uno dei tanti scontri-salvezza. Apre le danze l'ex laziale Behrami, proseguono Carlton Cole e Faubert per il 3-0 finale che vede in Diamanti un protagonista assoluto: per il fantasista ex Livorno assist, un'espulsione procurata e un tentativo di gol da 60 metri salvato in extremis dal portiere avversario. Ora Zola può finalmente tirare un sospiro di sollievo: gli Hammers salgono a quota 27 punti, con quattro lunghezze di vantaggio dalla coppia Burnley-Bolton, penultimi e terzultimi. A chiudere la giornata magica per Londra, il Fulham di Roy Hodgson, che al Craven Cottage batte per 2-1 il Birmingham City grazie all'eurogol di Duff e alla zampata nel finale di Zamora.