Università e rilancio del Paese

(...) internazionale: la Bocconi, dov’è tornato a tempo pieno Mario Monti, punta ad attrarre studenti stranieri; al Politecnico è nata in collaborazione col Politecnico di Torino l’Alta scuola politecnica; il San Raffaele ci sta regalando prodotti della ricerca: tutti i vertici accademici ambrosiani sono tesi a stabilire programmi di modernizzazione e internazionalizzazione. Ma è scontato che occorra instaurare un rapporto proficuo col mondo finanziario e produttivo. C’è un solo modo per realizzare un obiettivo di così alto valore: che la politica più nobile prenda essa l’iniziativa di mettere intorno a un tavolo gli esponenti accademici e del mondo dell’impresa. C’è finalmente qualcuno che lo farà? Il Capo dello Stato, in visita alla nuova Fiera, ha lanciato questo appello: «Milano rilanci l’Italia!». Non c’è dubbio, il rilancio può e deve venire dalle Università.