Università Lega Nord: «Liguri penalizzati, rivedere criteri borse di studio»

«Così come è organizzato il modello universitario in Liguria non funziona». Edoardo Rixi, capogruppo Lega Nord in consiglio regionale chiede un consiglio monotematico per discutere sull’ateneo genovese e sui problemi di struttura legati all’Arssu l’ente del diritto allo studio: «Con l’attuale modello, con corsi delocalizzati in diverse province e borse di studio che vengono pagate interamente dall’Arssu ligure il sistema è penalizzante per la nostra Università e per gli studenti genovesi visto che le borse vengono erogate a residenti fuori Liguria e addirittura all’estero» spiega Rixi segnalando come gli alloggi universitari vengano concessi in maniera poco equa. «Sono ben 500 le borse di studio per studenti che arrivano da fuori Liguria e la provincia della Spezia ne ha addirittura meno rispetto ad Albania ed Ecuador».