UNIVERSITÀ

La Regione Liguria ha deciso di aumentare le tasse universitarie alle persone con redditi medio-alti. Il Consiglio regionale ha approvato una legge che porta da 100 a 105 euro la tassa per i redditi da 20 a 30 mila euro, che innalza da 110 a 135 la quota per i redditi da 30 a 50 mila euro e fissa da 120 a 135 la tassa per i redditi oltre i 50 mila euro. Gli aumenti riguardano l’anno accademico 2011-2012.
La legge è stata approvata con i voti della maggioranza di centrosinistra che ha spiegato la necessità di trovare risorse per garantire il diritto allo studio alle persone con redditi più bassi. La minoranza di centrodestra ha invece criticato il provvedimento spiegando che in questo modo si mettono in difficoltà molte famiglie già alle prese con i rincari dei prezzi e aumenti di tasse. La minoranza di centrodestra ha criticato in particolare l’introduzione di una penale per chi paga in ritardo. Il consigliere Luigi Morgillo (Pdl) ha parlato di «strozzinaggio». L’indennità di mora è del 30% per chi paga fino a 30 giorni dalla scadenza dei termini e del 50% per chi invece paga dopo un mese.