Uomini e lupi, lotta impari. Ecco il cucciolo di pinguino

Un lupo fatto a pezzi e un cucciolo di pinguino nato in cattività. Sono le due facce di una medaglia che bene rappresenta il rapporto contrastante tra uomo e natura. La prima storia è di sopruso e violenza. Al collo di un uomo, infatti, la polizia provinciale, ha trovato una collana fatta con dieci denti di lupo, probabilmente tolti all’esemplare ucciso illecitamente nell’inverno dell’anno scorso e abbandonato con il muso mozzato davanti ad un deposito di attrezzi della Provincia, in località Squazza del Comune di Borzonasca, lungo la strada per il passo della Forcella. Per questo un uomo abitante nel paese è stato denunciato per bracconaggio. Dopo una lunga indagine sull’uccisione, probabilmente con un’esca avvelenata, gli agenti provinciali hanno identificato il presunto bracconiere, eseguendo una perquisizione, su disposizione dalla Procura della Repubblica di Chiavari. Oltre alla collana di zanne di lupo (della quale sarà probabilmente eseguita l’analisi del dna) sono stati trovati un fucile calibro 12, cartucce e, polvere da sparo non denunciate, oltre a diversi fucili detenuti irregolarmente. È la prima volta in Liguria, e la seconda nel Nord-Italia, che l’autore di un atto di bracconaggio viene identificato e denunciato. All’Acquario di Genova, invece, si festeggia un lieto evento. Nella vasca dei pinguini per la prima volta è nato un piccolo della specie Magellano. L’uovo è stato depositato il 17 maggio nel nido creato dallo staff della struttura. Il cucciolo è nato il primo luglio e adesso pesa poco più di tre chili. In questi giorni è iniziato lo svezzamento. I visitatori potranno vedere il nuovo arrivato solo dopo i tre mesi di vita, quando avrà fatto la prima muta. Ancora non è stato trovato un nome per il cucciolo di pinguino che potrebbe ricalcare le orme dell’orsetto Knut, l’esemplare di orso polare, nato in cattività nello zoo di Berlino e diventato una star internazionale con addirittura una linea di gadget a lui dedicata.