Gli uomini, il mito e il tempo che ritorna

I filosofi stoici credevano che, alla fine di una lunga rivoluzione, gli astri sarebbero tornati nella posizione in cui si trovavano al momento in cui il cosmo aveva avuto inizio. Ciascuno di questi cicli sarebbe culminato in una conflagrazione universale e da questo fuoco si sarebbe ricostituita la struttura del cosmo, tale e quale a prima. «Torneranno ancora Socrate e Platone - sostenevano gli Stoici - e tornerà ciascuno degli uomini che sono già vissuti». Lezioni di storia, organizzate dalla Fondazione Edoardo Garrone, settimo incontro del ciclo «Noi e gli Antichi». L’appuntamento è per domani alle 21 nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale dove si parlerà proprio di «Uomini e mito: quando il tempo ritorna» con Maurizio Bettini, docente di Filologia Classica all’Università di Siena. Gli ultimi due incontri della rassegna saranno lunedì 6 e lunedì 13 febbraio.