Uomo trovato morto vestito da donna e ammanettato

Milano, 43enne ritrovato senza vita nel suo letto, con abiti femminili, manette ai polsi, mani e piedi legati dietro la schiena. Gli investigatori pensano a un gioco erotico finito in tragedia

Milano - Un uomo è stato trovato morto a letto, vestito da donna e legato con manette, cinture e cinghie. Ancora non è stato accertato se si tratti di omicidio o di un incidente. L’uomo, di cui non si conoscono ancora le generalità, è stato trovato in un appartamento di via Cesare Bellini. Sul posto è intervenuta la polizia avvisata dal 118. L’uomo si chiamava Paolo Brunazzi, 43 anni, dipendente di una ditta. Viveva solo nell’appartamento al sesto piano, dove è stato trovato con mani e piedi legati dietro la schina, quasi incaprettato. L’allarme è stato dato dalla madre che non riusciva a mettersi in contatto telefonico con lui. È andata in casa del figlio, ha aperto la porta con le sue chiavi, ha trovato il cadavere. A una prima analisi non sono stati trovati segni particolari di violenza sul corpo. Non è chiaro a quanto tempo prima risalga il decesso. Le indagini sembrano orientarsi verso un gioco erotico che potrebbe essere finito male.