Uomo ucciso da bus L’azienda dispone test a campione fra i conducenti

Controlli a campione sugli autisti, test immediati sui conducenti e severa repressione per chi abusa di alcol o fa uso di droghe. Lo ha deciso Trambus SpA, l’azienda che gestisce il trasporto di superficie a Roma dopo un incontro con i sindacati. Dopo l’incontro l’azienda ha deciso di impostare una linea di massimo rigore sul tema, forti della convinzione che la stragrande maggioranza dei 6.500 autisti in servizio siano persone dotate di grande senso di responsabilità e professionalità. L’amministratore delegato Adalberto Bertucci ha ribadito la propria volontà di adottare una linea di tolleranza zero contro gli autisti che assumono alcol e droghe, confermando il licenziamento del conducente responsabile dell’incidente mortale di sabato scorso e la volontà dell’azienda di far partire controlli a campione. Inoltre partirà la campagna interna di sensibilizzazione e prevenzione rivolta a tutto il personale.