Uova e fumogeni, i centri sociali contestano Padoa-Schioppa a Torino

Centri sociali e sinistra antagonista contro il ministro dell'Economia che stava entrando all'università per tenere una lezione straordinaria. Slogan contro le pensioni, fumogeni e uova contro il ministro da parte dei giovani

Torino - Alcune decine di aderenti ai Cobas, ai Collettivi universitari autonomi e ai Centri sociali sono entrati questa sera nel cortile del rettorato dell' Università degli studi di Torino per contestare il ministro dell' Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, invitato dal Centro studi sul federalismo a tenere una conferenza sull'Europa. Gridando lo slogan «Padoa-Schioppa ministro dei padroni, giù le mani dalle pensioni», hanno lanciato petardi e fumogeni colorati. Non c'è stato però un contatto ravvicinato fra il ministro e i dimostranti. Padoa-Schioppa è infatti entrato nel cortile del rettorato da un altro ingresso rispetto ai contestatori ed è salito al primo piano del rettorato. Un cordone di agenti ha impedito l' accesso ai dimostranti agli scaloni che portano all'Aula Magna, dove si si svolgerà la conferenza. Dopo avere steso uno striscione con la scritta «No ai tagli all'istruzione, giù le mani dalle pensioni, i contestatori hanno distribuito un volantino dal titolo »Padoa Schioppa: ministro dei sacrifici«, firmato da Precari lavoratori e studenti, Rdb, Cobas, Cub, Rsu Università e Politecnico, Collettivo universitario autonomo, Askatasuna, Gabrio.