Upim di piazza San Babila: vetrina per Dolce e Gabbana

Se si pensava che il megaspazio di Armani in via Manzoni (2300 mq destinati alla vendita delle collezioni del gruppo) fosse grande, quello che aprirà i battenti nella primavera 2008 firmato Dolce e Gabbana stupirà davvero tutti. I due stilisti, infatti, si sono aggiudicati i 2700 mq all’angolo tra piazza San Babila e corso Venezia, quei due piani che fino a febbraio scorso ospitavano i magazzini Upim e che ora completeranno i grandi progetti di sviluppo milanese di un marchio in continua e costante ascesa, D&G, la cosiddetta linea giovane ma amata a ogni età.
Un amore che poi si concretizza nei numeri con un fatturato consolidato cresciuto del 30 per cento nell’esercizio chiuso il 31 marzo e con un margine lordo arrivato a 304 milioni. Il flagship store, che concretizzerà l’intero spirito D&G, è destinato ad essere il centro della creatività, contemporaneità e dinamicità del brand. E Milano sarà il punto di partenza da cui si svilupperà un piano internazionale di nuove aperture e ristrutturazioni secondo la nuova filosofia di D&G. Per realizzare questo progetto si prevede un investimento iniziale superiore a 10 milioni di euro tra affitto e ristrutturazione. Che vedrà un avveniristico concetto architettonico, ideato in prima persona da Domenico Dolce e Stefano Gabbana insieme ad architetti di fama internazionale.
«Abbiamo ideato un nuovo concept per le boutique D&G che meglio rispecchi l’attuale identità del marchio e ne esalti le collezioni. D&G è in continua evoluzione ed è necessario uno spazio che aderisca alle nostre idee e che sia in grado di accogliere la ricchezza del mondo D&G. Inoltre D&G, come noi, è nata a Milano e ci sembrava giusto svelarne la nuova immagine proprio in questa città, riservandole un posto d'onore», spiegano Domenico Dolce e Stefano Gabbana.
A distanza di un anno dal passaggio alla gestione diretta del marchio D&G da parte del gruppo Dolce&Gabbana (prima affidato alla Ittierre) e all’inizio della terza stagione di campagna vendita, si concretizzano ulteriormente le strategie per lo sviluppo del brand.
L’investimento iniziale di circa 100 milioni di euro ha consentito la creazione di nuove strutture organizzative, produttive e distributive interamente dedicate al marchio. Oggi il Gruppo è pronto a sostenere ulteriori investimenti che garantiscano il continuo sviluppo di D&G, la cui identità necessita di una presentazione al consumatore finale aggiornata anche nel retail, attraverso la creazione di un concept totalmente nuovo per i punti vendita. E che ha trovato il suo sbocco naturale in un punto vendita strategico per la posizione, proprio nel cuore del quadrilatero della moda milanese, e per le dimensioni che possono così racchiudere le mille proposte del duo più fantasioso del panorama fashion mondiale.