Uragano in Sicilia e Calabria Allarme frane e allagamenti

Il maltempo
causa disagi alla circolazione e
allagamenti in tutto il Sud Italia. Bertolaso: perturbazione violenta che desta
preoccupazioni

Roma - Il maltempo sta causando disagi alla circolazione stradale e numerosi allagamenti in tutto il Sud Italia, particolarmente colpita la Calabria. Catanzaro e Reggio Calabria sono le province maggiormente attraversate dal forte vento e dalle piogge causando smottamenti e frane. "Sulla Calabria e sulla Sicilia è in corso un uragano, una perturbazione violentissima che desta preoccupazioni", ha spiegato il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, annunciando l'intervento straordinario di un team del Dipartimento.

Bertolaso: "In corso un uragano" Sulle regioni meridionali e in particolare sulla Calabria e sulla Sicilia è in corso "un uragano, una perturbazione violentissima" che "desta preoccupazioni". Bertolaso ha annunciato che un team del Dipartimento è già partito per la Calabria "per garantire sorveglianza e attenzione massima". Sulle regioni meridionali, ha sottolineato nel corso di un’audizione in commissione Ambiente al Senato, "è arrivata una perturbazione violentissima dall’Africa, ampiamente annunciata, che ha già provocato danni pesanti in Tunisia e Marocco". "Dunque stiamo seguendo con molta attenzione la situazione", ha concluso Bertolaso, ricordando che ieri il Dipartimento ha emesso un avviso meteo in modo che tutte le strutture fossero allertate e pronte ad intervenire in caso di necessità.

Frane e allagamenti in Calabria Danni e disagi si stanno verificando in tutta la Calabria a causa del maltempo delle ultime ore caratterizzato da pioggia e vento forte. In alcune zone si teme che l’esondazione dei fiumi. In una zona periferica di Crotone, dove è crollato un costone di argilla, sono state evacuate cinque famiglie. Per far defluire le acque del torrente esposito sono stati abbattuti alcuni cordoli di un ponte. Nella zona di Catanzaro i vigili del fuoco sono intervenuti per decine di allagamenti di scantinati. Disagi si stanno verificando anche nella zona di Botricello a causa di allagamenti. La situazione è particolarmente difficile anche nella zona della Locride. A San Luca il sindaco, Sebastiano Giorgi, ha disposto la chiusura delle scuole e l’evacuazione di alcune famiglie residenti nel centro storico. Danni si stanno verificando anche nei comuni di Monasterace e Stilo. Il comune di Bivogni è isolato da stamani a causa dell’interruzione di una strada provinciale che consente l’accesso al centro abitato. Problemi si stanno verificando anche in provincia di Cosenza ed in particolare nella zona della costa tirrenica. Forti raffica di vento e la pioggia hanno provocato frane e smottamenti. Alcuni tratti della statale 106, nelle zone del crotonese e del reggino, sono stati invasi dal fango e dai detriti ed il traffico è stato bloccato. Per ripristinare la circolazione stradale stanno lavorando numerose squadre dell’Anas e dei vigili del fuoco. Particolari disagi alla circolazione stradale vengono segnalati anche nella zona della Locride ed in provincia di Catanzaro.

Bloccato il portodi Palermo Il porto di Palermo non è operativo a causa del maltempo, con mare Forza 5-6 e raffiche di vento fino a 40 nodi da Nord Est; cinque navi, tre passeggeri e due merci, sono ferme in rada in attesa che migliorino le condizioni per potere manovrare. I mercantili sono ancora in rada mentre le navi passeggeri, il traghetto Rubattino della Tirrenia con 300 passeggeri, la Grandi Navi Veloci in arrivo da Civitavecchia con 150 passeggeri, e la Snav Campania con a bordo 250 passeggeri, sono riusciti dopo alcune ore in rada ad attraccare in porto.