Urge santuario per Gilardino Cafu è impreciso

MILAN
7 DIDA. Sempre concentrato, para bene su Locatelli, chiude meglio lo specchio un paio di volte. È il Dida migliore, manca il resto, ovviamente per il miglior Milan possibile.
5 CAFU. La presenza del vecchio sodale Candela non lo ringiovanisce affatto: anzi contribuisce a mostrare qualche crepa e molte imprecisioni nei suoi blitz.
dal 28’ st AMBROSINI 6. Di testa è sempre un ariete.
6.5 NESTA. Nonostante l’acciacco alla caviglia, recupera bene e dimostra d’essere pronto anche per la Nazionale di Donadoni.
6.5 KALADZE. Sale la sua condizione, si lancia in attacco alla ricerca di qualche deviazione, chiude ogni varco dalle sue parti.
6 FAVALLI. Partecipare alla fase offensiva non è la sua aperta vocazione, si applica e cerca di migliorare anche la resa. Si arrende per un insulto muscolare: è il suo tallone d’Achille.
dal 1’ st JANKULOVSKI 5. Non ha ancora una buona gamba e sui cross poi non trova mai la traiettoria giusta. Nei rientri risulta troppo lento.
6.5 GATTUSO. Con la fascia da capitano al braccio gli capita anche di fare il terzino quando esce Cafu: sono piccoli prodigi che possono riuscire solo a uno come lui, con quel cuore e con quei muscoli.
6.5 PIRLO. Marca un gol buono, prende la mira al sette, lancia con precisione millimetrica, si butta all’attacco da solo: di meglio forse non è lecito pretendere.
5.5 SEEDORF. Gioca troppo dietro le punte, rischia di tamponarle continuamente e non confeziona imprese balistiche degne di rilievo che possono cambiare destino alla sfida.
Dal 28’st OLIVEIRA 5. Un colpo di testa e poco altro.
5.5 KAKÀ. Come si capisce bene non è questione di una o due punte, è una questione di precisione davanti alla porta. Il brasiliano non è chirurgico ma neanche molto fortunato.
5.5 INZAGHI. Non gli servono un pallone che è uno. E non si può pretendere che inventi dal nulla un gol. Magari non ha la carica elettrica di altre settimane.
6 GILARDINO. Forse è il caso che durante la sosta passi da qualche santuario, se ne conosce uno dalle parti di Biella meglio, è più comodo. Timbra la traversa, tira bene, non ha altro per mettersi in mostra.
All. ANCELOTTI 5. La trovata delle tre punte con Gattuso terzino non è una trovata geniale geniale. Forse è il caso di migliorare la salute del gruppo.