Uri Caine al Teatro Sociale di Bergamo

Sabato prossimo, 23 maggio, concerto del musicista nella doppia veste di direttore e pianista

Per la rassegna «200. Il sogno di un teatro che vive», Uri Caine sarà protagonista del concerto programmato per sabato 23 maggio alle ore 21.00 presso il Teatro Sociale di Bergamo.
Nella doppia veste di direttore e pianista, il musicista, già direttore artistico di Bergamo Jazz, guiderà l'Orchestra del Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti lungo un programma interamente dedicato alla sua musica. Oltre alle «Variazioni Diabelli», Caine proporrà, in prima esecuzione assoluta, le «Variazioni su 'La fille du Régiment' di Gaetano Donizetti», commissionate dal Teatro e dalla Fondazione Donizetti.
Un progetto, quello che vede Caine avvicinare Donizetti che nasce «circa due anni fa: assieme a Uri Caine si era elaborata l'idea di mettere in cortocircuito generi e generazioni di esecutori e compositori, in una sorta di concerto-certame. L'orchestra del 'Bergamo Musica Festival', diretta da Carlo Tenan, dialoga con Caine in territori di confine tra musiche classiche, jazz e contemporanee. In programma, nella prima parte, le "Variazioni Diabelli" di Beethoven trasfigurate dalla sensibilità del pianista americano e, nella seconda parte, un omaggio a Bergamo e alla sua tradizione. "La figlia del reggimento" di Donizetti (che il pubblico potrà ascoltare in autunno nel Festival) è stata utilizzata da Caine come tavolozza per una nuova composizione per pianoforte e orchestra, eseguita in prima mondiale».
Nasce così un concerto sul tema della riscrittura affidato a un maestro del genere: Uri Caine, appunto, arcinoto pianista jazz e compositore di confine. Imprevedibile, giocoso, curioso, onnivoro, citazionista: il pianismo di Caine è la quintessenza del jazz di oggi. Nella sua carriera Caine passa con disinvoltura dalle atmosfere elettriche Bedrock o dei quintetti di Dave Douglas alle originali riletture di Mahler, Bach o Verdi, dal Brasile al jazz dell'inizio del secolo appena trascorso. Caine ripropone qui le sue "Variazioni Diabelli", con le quali si aggiunge idealmente ai musicisti che si misurarono con il famoso tema, e primo fra tutti, Beethoven. Ma soprattutto si misurerà per la prima volta con Donizetti. Le "Variazioni su temi da 'La fille du Régiment'", appena composte e in prima esecuzione assoluta, costituiscono l'esito di un confronto sollecitato e propiziato dal Teatro e dalla Fondazione Donizetti. Tema della riscrittura, dunque, ma anche uno spaccato dell'esperienza compositiva di Uri Caine, paradigma di una poetica pluralistica, che abbraccia e getta ponti tra pratiche e culture musicali talvolta meno distanti di quanto non si sia portati a pensare.
I biglietti per il concerto sono in vendita presso il Teatro Donizetti venerdì 22 maggio dalle ore 13.30 alle ore 19.00 e sabato 23 maggio dalle ore 13.30 alle ore 18.30; presso il Teatro Sociale sabato 23 maggio dalle ore 19.30 alle ore 21.00. Informazioni e prenotazioni: Fondazione Donizetti, tel. 035.4160681/682, www.donizetti.org