La Urmana si divide tra Isotta e Cleopatra

Una voce strepitosa, che offre la sua capacità scultorea a due eroine romantiche votate alla morte. È Violeta Urmana che oggi (con replica lunedì e martedì a Santa Cecilia) darà voce all’eroina wagneriana nel catartico finale del Tristano e Isotta». Ma accanto alla sfortunata amante di Tristano, interpreterà anche la femme fatale per eccellenza: Cleopatra, protagonista di uno spettacolare suicidio che Berlioz scelse per il suo giovanile capolavoro La mort de Cleopatre. Una serata che si annuncia indimenticabile, sia per la straordinaria musicalità del soprano lituano, sia perchè sul podio sale l’israeliano Pinchas Steinberg, impegnato, nel denso programma della serata, anche in Così parlò Zarathustra di Richard Strauss.