Urologia Oncologica, specialisti a confronto per l’Oncoforum Urology

Le ultime novità su tumore della vescica, del rene, della prostata, del pene e del testicolo al centro del dibattito

Si è concluso sotto la direzione di Alberto Lapini , Giario Conti e Giovanni Pappagallo a Firenze presso l’Azienda Ospedaliera di Careggi, il primo SIUrO Oncoforum Urology. L’iniziativa, che si rivolge agli specialisti delle tre discipline - urologia, oncologia e radioterapia- nasce dall’esigenza di fornire agli specialisti le informazioni più rilevanti emerse dai maggiori congressi in materia di urologia oncologica.

Con l’aumentare del carico di lavoro nella pratica clinica e l’elevato numero dei congressi a tematica urologica che si tengono durante l’anno, risulta infatti sempre più difficile per gli urologi, i radioterapisti e i medici oncologi tenersi aggiornati. Il programma Oncoforum in Urologia vuole quindi sopperire a queste difficoltà logistiche fornendo aggiornamenti in tempo reale su tutte le ultime novità scientifiche in campo uro oncologico.

“Interdisciplinarità, cooperazione e aggiornamento costante – spiega Alberto Lapini, Direttivo SIUrO; Dirigente Medico di Primo Livello presso SOD Urologia I Azienda Ospedaliera di Careggi – sono indispensabili per migliorare la cura dei pazienti affetti da malattie urologiche. In questo senso, oggi più che mai, la connessione fra specialisti anche su scala territoriale risulta fondamentale e questa iniziativa nasce proprio dalla volontà di connettere il nazionale al locale” .

Oncoforum Urology è una iniziativa sostenuta da Astellas Europe, che per l’Italia ha scelto SIUrO per implementare il suo programma di divulgazione scientifica, integrando le esperienze internazionali con quelle più pratiche del territorio regionale. E’ nato così il progetto combinato SIUrO Oncoforum Urology, il cui primo appuntamento con oltre 80 discenti iscritti sì è appena concluso a Firenze con grande successo di affluenza. Appuntamento quindi a novembre per prossimi i due SIUrO Oncoforum Urology, l’11 a Roma e il 18 a Torino.