Uruguay, il paese dei gauchos e delle pampas

L’Uruguay è il “Paese dell’Anno” della Fiera Campionaria 2011 che sarà
inaugurata sabato 14 maggio a Padova e nel padiglione dedicato ai
cavalli si potrà assistere a caratteristiche esibizioni folkloristiche
dei “gauchos”, figure importanti nella storia delle pampas sudamericane

di Franca Iannici

L’Uruguay è il “Paese dell’Anno” della Fiera Campionaria 2011 che sarà inaugurata sabato 14 maggio a Padova e nel padiglione dedicato ai cavalli si potrà assistere a caratteristiche esibizioni folkloristiche dei “gauchos”, figure importanti nella storia delle pampas sudamericane. La parola gaucho deriva dall’arabo “uomo a cavallo” e viene descritto come “un selvaggio bianco che vive lontano dalla società”; “un nomade a cavallo All’interno della Fiera, grazie al patrocinio de “l’Uruguay Natural” in collaborazione con il Consolato Uruguaiano a Padova, sono in programma diverse iniziative per far conoscere l’offerta turistica e le tradizioni di questo Paese, dove è rilevata una forte presenza di emigranti italiani, soprattutto veneti, che fanno parte del Comitato Veneto in Uruguay (Cavu), riconosciuto anche dalla Regione Veneto.

Ma il legame dell’Italia con l’Uruguay ha radici lontane, legate proprio al 150° anniversario dell’Unità d’Italia, perchè fu proprio in quel Paese che Giuseppe Garibaldi si trasferì per sette anni con sua moglie Anita. A ricordo delle sue gesta e dei motivi ispiratori della sua lotta la per libertà di quel paese, all’epoca in guerra con l’Argentina, è stata dedicata al condottiero italiano, considerato un eroe nazionale, la città di Garibaldi, situata a sudovest del dipartimento di Salto.