Usa, 58enne ucciso a colpi di tacco a spillo E i sospetti ora ricadono sulla convivente

Sabato sera, dopo una lite, la donna, 46 anni, avrebbe colpito il compagno alla testa ripetutamente. Solo ieri avrebbe chiamato la polizia sostenendo di aver trovato il cadavere rientrando a casa. Ma per lo sceriffo non è così

Augusta (Usa) - Singolare arma quella usata da Thelma Carter, 46enne di Augusta, nello stato della Georgia. Per uccidere il convivente, infatti, la donna avrebbe usato una scarpa con tacco a spillo. Non è ancora chiaro cosa abbia spinto Thelma alla violenza e neppure quanti colpi le sono serviti per assassinare il compagno, il 58enne Robert F. Higdon.

L'omicidio Il corpo dell'uomo è stato ritrovato in una abitazione prefabbricata presso un compound di Augusta costituito da caravan e case mobili. Scott Peebles, dell’ufficio dello sceriffo ha spiegato ai media che la donna ha contattato la polizia lunedì mattina quando rientrando a casa ha rinvenuto il cadavere dell’uomo. Secondo gli investigatori l’uomo è stato ucciso sabato sera al termine di una lite che i due avrebbero avuto all’interno dell’abitazione dell’uomo.

L'autopsia Dai primi rilievi, il medico legale ha stabilito che l’uomo è morto a causa di uno o più colpi alla testa con la punta di un tacco. Probabilmente è stato questo dettagli a far cadere i sospetti sulla donna. In giornata verrà effettuata l’autopsia presso il laboratorio criminale di Augusta per accertare l’esatta causa della morte e ricostruire la dinamica dell’aggressione.