Usa, aereo si schianta sulle case

Tragedia a nord di New York. Un jet della Continental Airlines è precipitato su un gruppo di abitazioni vicino a Buffalo dove era diretto: nessun superstite

Nerw York - Un aereo di linea si è schiantato su una casa nel nord dello stato di New York: 49 i morti e numerosi feriti. L’aereo della Continental Airlines, in volo da Newark a Buffalo, si è schiantato su di una casa vicino all’aeroporto di Buffalo, prendendo fuoco. La Federal Aviation Administration (FAA) ha reso noto che non ci sono sopravvissuti: 49 le vittime (44 passeggeri, 4 membri dell’equipaggio e una persona a terra) e numerosi i feriti.

Il bilancio del disastro È di non meno di 49 morti il bilancio della sciagura aerea. Un aereo di linea proveniente da Newark, nel New Jersey, con a bordo 44 passeggeri e quattro membri di equipaggio si è schiantato a terra nella località di Clarence, a circa 10 chilometri dall’aeroporto locale, andando ad abbattersi contro un’abitazione: nessuno è sopravvissuto sul velivolo, ed è rimasta uccisa almeno anche una persona al suolo. Malgrado il riserbo mantenuto dalle autorità, la mancanza di superstiti è stata confermata al quotidiano Buffalo News anche da rappresentanti dello scalo.

La dinamica dell'incidente La tragedia si è consumata intorno alle 22,20 di ieri sera ora della costa est degli Stati Uniti, le 4,20 in Italia: mancavano appena cinque minuti all’atterraggio allorché l’aereo, gestito dalla società Colgan Air per conto della compagnia Continental Airlines, è improvvisamente scomparso dagli schermi radar. Gli amministratori della contea di Erie, sul cui territorio è avvenuto lo schianto, hanno riferito che non risulta il pilota avesse segnalato particolari problemi alla torre di controllo. Al momento dell’impatto su tutta l’area stavano cadendo neve e grandine, circostanza peraltro piuttosto comune durante la stagione invernale. Sul posto sono subito affluiti inquirenti e squadre di soccorso, e l’intera zona è stata isolata dalla polizia con cordoni di sicurezza per agevolare lo svolgimento delle indagini.

Disastro scampato Le conseguenze del disastro sarebbero tuttavia potute essere anche peggiori: il velivolo è andato infatti a schiantarsi contro una casa nella località di Clarence Center, a una decina di chilometri dall’aeroporto. Aveva nei serbatoi circa 2,8 tonnellate di carburante, ed è immediatamente esploso innescando un gigantesco incendio; le fiamme hanno raggiunto un’altezza di una quindicina di metri. Per ore sulla zona hanno continuato ad aleggiare fumo e puzza di bruciato. Per una singolare circostanza fortuita, però, a pochi metri dal luogo dell’impatto si trovava la stazione cittadina dei vigili del fuoco: nel giro di qualche minuto sono così accorsi decine di pompieri con gli idranti, che sono riusciti a tenere il rogo sotto controllo, circoscriverlo e infine a estinguerlo. Diverse emittenti hanno mandato in onda immagini nelle quali si vedevano la carcassa carbonizzata e frammenti di carlinga sparsi ovunque, con la sola coda rimasta intera. Testimoni hanno raccontato che il frastuono prodotto dallo schianto è stato paragonabile "a un terremoto, sembrava di sentire gli effetti speciali alla televisione". Ancora ignote le cause del sinistro: le autorità hanno ribadito che non risulta il pilota avesse segnalato problemi tecnici nè avarie. 

Tra le vittime vedova dell'11/9 Una donna che aveva perso suo marito morto negli attacchi dell’11 settembre 2001 a New York, è tra le vittime del disastro aereo. La donna era tra i passeggeri del volo partito da Newark (New Jersey) e diretto a Buffalo che, poco prima l’atterraggio previsto al Niagara International Airport, si è schiantato su una casa in una zona residenziale provocando 49 morti: le 48 persone a bordo dell’aereo e una persona che si trovava a terra.