Gli Usa armano le milizie sunnite contro Al Qaida

Bagdad. Armi ai sunniti contro Al Qaida. Secondo il New York Times, gli Stati Uniti starebbero sostenendo militarmente le milizie sunnite che si sono staccate da Al Qaida. La strategia è stata sperimentata all’inizio dell’anno, secondo gli ufficiali americani citati dal New York Times, nella provincia di Anbar, con esiti positivi. Il modello «Anbar» è stato così applicato in altre zone dell’Irak sunnita, dal quartiere di Amiriya a Badgad alla zona di Babil, a sud della capitale, dalla provincia di Diyala, a nord-est, a quella di Salahuddin, più a nord. Armati sì, ma a delle condizioni, con test biometrici per la presa delle impronte digitali e lo scan della retina. Le armi «passate» saranno registrate da chi le riceve, così in caso di attacchi contro gli americani, gli aggressori saranno rintracciati dall’arma usata. Le nuove armi però potrebbero essere usate dai sunniti contro l’etnia sciita, peggiorando così il clima da guerra civile.