Gli Usa contro l'Iran: "Maggiore finanziatore delle reti terroristiche" 

Nel rapporto sul terrorismo, il Dipartimento di Stato americano punta il
dito contro Teheran: minaccia il Libano, l’economia
del
Golfo e la pace di tutta la regione. L'accusa: "L’Iran è il maggior sponsor del terrore"

Washington - L’Iran è il maggior finanziatore del terrorismo. Nel rapporto sul terrorismo, il Dipartimento di Stato americano punta il dito contro il presidente Ahmadinejad: minaccia il Libano, l’economia del Golfo e la pace di tutta la regione. Non solo. Anche se ha subito "rovesci significativi", l'America avverte che Al Qaida rappresenta una minaccia sempre più diffusa. La Corea del Nord, invece, rimane fuori dalla lista nera dei paesi che sostengono il terrorismo.

La minaccia di Al Qaida Nel rapporto del ministero degli Esteri americano si denuncia che Al Qaida "ha subito numerose perdite importanti nel 2009", molte delle quali inferte dall’esercito pakistano nelle regioni tribali del nord-ovest. "Molti capi dell’organizzazione terroristica - rileva il rapporto - sono stati eliminati, e per al Qaida è diventato più difficile raccogliere finanziamenti, addestrare nuovi militanti per preparare nuovi attentati al di fuori della regione". Nello stesso tempo, però, "la minaccia di Al Qaida è divenuta più diffusa rispetto agli anni precedenti, e questo ha parzialmente compensato le perdite". Tra gli esempi di "minaccia diffusa", il rapporto indica il fallito attentato di Natale sul volo Amsterdam-Detroit.