Usa, domande scomode a Kerry Studente immobilizzato con il taser 

Durante un dibattito all'università della Florida gli agenti usano le maniere forti per bloccare un giovane che aveva rivolto al senatore democratico domande sulla sua passata amicizia con Bush. <strong><a href="/video.pic1?ID=kerry" target="_blank">GUARDA IL VIDEO</a></strong>

Miami - Dibattito all'Università della Florida. C'è il senatore John Kerry, ex sfidante democratico di Bush alle elezioni per la Casa Bianca. Ci sono gli studenti. C'è il dibattito. Il giovane si alza. Domanda. Chiede di Irak e del comportamento dell'amministrazione Usa. Dei legami di gioventù (l'adesione allo stesso club dell'università di Yale tra Kerry e Bush). Ma il suo intervento, secondo gli agenti di sicurezza, è un po' troppo complesso e lungo. Lo bloccano in tre. Lui, Andrew Meyer, 21 anni, si lamenta, protesta, tenta di reagire, di divincolarsi dalla presa dei poliziotti. Che però non vogliono sentire ragioni. Il giovane viene bloccato a terra sui gradini. Ma continua a protestare. Attira l'attenzione degli altri studenti presenti alla conferenza, con le sue grida disturba il dibattito. E allora gli agenti, prima di portarlo via, lo "tranquillizzano" con una scarica di "taser", la pistola che rilascia scariche elettriche.

L'arresto Andrew Meyer oggi è comparso di fronte a un giudice per rispondere di resistenza a pubblici ufficiali e disturbo di un evento pubblico. Altri studenti del campus hanno ripreso la scena dell’arresto e l’hanno diffusa via Internet e inviatato le immagini alla Cnn. Meyer ha formulato una raffica di domande a Kerry, tra cui una sul fatto che il senatore democratico e il presidente George W.Bush erano in gioventù entrambi membri del club universitario segreto "Skull and Bones" a Yale. Dopo aver resistito a ripetute richieste di interrompere le domande, Meyer è stato trascinato fuori da due agenti, mentre Kerry dal palco diceva di essere "pronto a rispondere", ritenendole "domande importanti". 

GUARDA IL VIDEO