Usa, guerra di sondaggi tra Obama e McCain in attesa del duello in tv

Secondo la Cbs il candidato democratico
avrebbe un vantaggio di soli 3-4 punti sul rivale repubblicano, in netta discesa rispetto alla settimana scorsa. Ma Obama sarebbe in vantaggio in alcuni stati chiave come l'Ohio. Stanotte nuovo faccia a faccia in tv

Washington - Mancano poche settimane al voto negli Stati Uniti e, nella campagna elettorale, la guerra si combatte a colpi di sondaggi. Secondo le ultime rilevazioni fatte dalla Reuters/Zogby e dalla Cbs, il candidato democratico avrebbe un vantaggio di soli 3-4 punti sul rivale repubblicano, in netta discesa rispetto ai principali rilevamenti della settimana scorsa; ma un altro sondaggio della Cnn vede il senatore dell’Illinois allungare la distanza su McCain (leggi tutti i sondaggi sulle elezioni presidenziali).

La crisi economica avvantaggia Obama Secondo quanto riferisce la Cnn a spingere Obama sarebbero principalmente la crisi economica e finanziaria, la sfiducia nella politica dell’amministrazione Bush e la rapida fine della luna di miele dell’opinione pubblica per la grintosa vice di McCain, la governatrice dell’Alaska Sarah Palin.

Obama avanti in alcuni stati chiave Le mappe elettorali sulle quali i media americani simulano gli scenari del 4 novembre, mostrano Obama sempre più vicino ai 270 "voti elettorali" necessari per la presidenza. Un sondaggio Washington Post/Abc indica Obama in testa 51-45% in Ohio, in uno degli stati più importanti della contesa: nel 2004 fu decisivo per la vittoria di George W.Bush su John Kerry. Nessun repubblicano è mai andato alla Casa Bianca senza vincere l’Ohio ed entrambi i candidati vi si recheranno a far campagna elettorale subito dopo il dibattito della notte in Tennessee. Una rilevazione di Time/Cnn in vari stati, indica a sua volta Obama avanti in Ohio per 50-47% e un allungo del candidato democratico in Wisconsin (51-46%) e New Hampshire (53-45%), due stati sui quali McCain punta per cercare di guadagnare i voti elettorali ai quali ha rinunciato nei giorni scorsi abbandonando la lotta in Michigan. La rilevazione mostra una situazione di incertezza in North Carolina (49-49%), un altro stato che era considerato fino a poco tempo fa solidamente repubblicano. L’unica notizia positiva per McCain, nel sondaggio Cnn, viene dall’Indiana, dove il repubblicano resta in testa 51-46%.

Si riduce il vantaggio dei democratici Alcuni nuovi sondaggi nazionali indicano una riduzione a 3-4 punti del vantaggio di Obama su McCain. Ma per il sistema di voto americano, a quattro settimane dall’Election Day, è la situazione negli stati a contare. Sulla base dei sondaggi, la Cnn, la Nbc e il sito Real Clear Politics attribuiscono tutti attualmente a Obama 264 voti elettorali (sei meno di quelli necessari alla vittoria), mentre il New York Times ne conta 260.