Usa, il marito perfetto? E' uguale identico a papà

Secondo una ricerca, i partners ideali vengono cercati in base alle somiglianze con uno dei propri genitori. "I bambini disegnano un modello mentale e, da grandi, cercano un partner che
ricordi loro questo schema visivo"

Milano - Suoceri e generi? Separati alla nascita. Uomini e donne cercano nei loro partners i tratti dei loro genitori. In questo caso, precisano i ricercatori, il legame è con la parte bassa del viso, la zona labbra-mento. "I nostri risultati - afferma Tamas Bereczkei, responsabile della ricerca - sostengono l’ipotesi dell’imprinting sessuale: i bambini disegnano un modello mentale sulla base del genitore del sesso opposto e, da grandi, cercano un partner che ricordi loro questo schema visivo".

Labbra e occhi del genitore In particolare, lui guarda le labbra e lei gli occhi del genitore preso a modello. Ma la familiarità dell’aspetto, da sola, non basta a spiegare la scelta di un partner, dal momento che i volontari esaminati non si sono fatti ispirare dai genitori dello stesso sesso. Insomma, sembra proprio che maschi e femmine scelgano diverse aree del volto di mamma o papà da innalzare a modello, in accordo con le generali preferenze sessuali dei tratti del viso. Secondo gli esperti, il tutto ha un significato anche dal punto di vista dell’evoluzione: infatti ci sono dei vantaggi nello scegliere un compagno in qualche modo geneticamente simile a noi.

Scegliamo ciò che ci è simile
"Sembra che un certo grado di somiglianza renda le persone più fertili e geneticamente compatibili", commenta Lynda Boothroyd dell’Università di Durham, psicologa esperta in questi studi. Ma c’è sempre un equilibrio da mantenere, ammonisce la studiosa. "Abbiamo parecchi meccanismi di sicurezza, dai feromoni all’olfatto, che ci impediscono di scegliere qualcuno troppo simile a noi, come ad esempio un parente stretto", conclude la ricercatrice.