Usa: ministro collassa, poi si riprende

Michael Mukasey, ministro uscente della Giustizia statunitense, è stato colto da un malore durante un discorso pubblico. Immediatamente è stato portato in ospedale: &quot;E' cosciente e lucido. <strong><a href="/video.pic1?ID=ministrousa_malore">Guarda il video</a></strong>

Washington - Michael Mukasey, parla, il ritmo rallenta, la voce si strozza fino farsi fioca, la testa caracolla e lui cede, mentre due guardie lo afferranno prontamente. E' la sequenza, impressionante, dal malore del ministro uscente della Giustizia Usa durante un discorso pubblico.

"Lucido e cosciente" Soccorso immediatamente dagli agenti della sua scorta e da un medico presente sul posto, Mukasey è stato subito dopo trasferito al "George Washington University Hospital", dove è stato trattenuto in osservazione: ma è "conscio, lucido e vigile", ha poi assicurato il suo portavoce, Peter Carr. "I segni vitali sono forti, ed è di morale alto", ha aggiunto Carr. Il ministro, 67 anni, quando si è sentito male stava rivolgendosi agli invitati all’annuale cena di gala della "Federalist Society", un’associazione d’ispirazione conservatrice, radunati in un hotel della capitale.

In carica dal 2007 Improvvisamente il malore, si è irrigidito e ha perso l’equilibrio, costringendo un paio di persone a intervenire per evitare che cadesse dal podio a terra; è stato quindi fatto distendere sul pavimento mentre gli erano prestate le prime cure. Mukasey è in carica dal settembre 2007, quando il presidente George W. Bush lo nominò al posto del discusso Alberto Gonzalez, travolto dagli scandali.