Usa, in Mississippi Obama straripante

Il senatore dell'Illinois si aggiudica un'altra tornata di primarie democratiche: 61% contro il 37% della Clinton. Successo soprattutto tra gli elettori afroamericani: oltre il 90% ha votato per lui. <strong><a href="/a.pic1?ID=247439" target="_blank">Hillary in crisi per il sesso</a></strong>

New York - Un trionfo anche in Mississippi . Secondo i primi conteggi resi noti dai media statunitensi, Barack Obama avrebbe vinto un'altra tornata delle primarie per la nomination dei democratici per la Casa Bianca. Stando ai risultati relativi al 99 per cento dei seggi, il senatore dell’Illinois ha raccolto il 61 per cento delle preferenze, contro il 37 per cento di Hillary, 33 i delegati in palio per la convention dei democratici di Denver che in agosto sceglierà formalmente il candidato per la Casa Bianca. Ora la battaglia si sposta in Pennsylvania, dove la posta in gioco è di 158 delegati. Le primarie si terranno il 22 aprile. Il senatore di Chicago ha messo a segno il suo risultato più convincente con l’elettorato afroamericano: per lui più di nove voti su dieci. Ma il senatore di Chicago, nonostante la larga vittoria, ha ancora una volta dovuto fare i conti con lo scarso sostegno dell’elettorato bianco: per lui hanno votato solo il 27 per cento dei bianchi.