Usa la patente del fratello morto per guidare ubriaco: denunciato

I carabinieri hanno denunciato in piazza delle Americhe un genovese di 36 anni. L’uomo, al volante di un’auto e in evidente stato di ebbrezza, è stato fermato per alcuni controlli dai militari. Oltre all’elevato tasso alcolico nel sangue, l’uomo è risultato essere in possesso di una patente falsificata che, fino a quel momento, gli aveva consentito di guidare senza, in realtà, aver mai conseguito l’abilitazione. Il trentaseienne infatti, dopo la morte del fratello, si era impossessato di quella patente, provvedendo semplicemente ad inserire i propri dati anagrafici.
Sempre nella stessa serata i carabinieri sono intervenuti ad una cena tra amici organizzata in un ristorante di via Murcarolo a Nervi. Almeno quella doveva essere l’idea iniziale di un gruppo di otto ragazzi genovesi di età compresa tra i 20 e i 24 anni. Peccato però che il clima della serata sia, all’improvviso, cambiato del tutto. Per motivi ancora da accertare, probabilmente per una discussione degenerata, gli otto amici hanno iniziato a darsele di santa ragione. Sono volati calci e spintoni fino all’arrivo dei carabinieri, che è riuscita ristabilire la calma. Tutte le otto persone coinvolte nella rissa sono state denunciate mentre due sono state trasportate al San Martino per ricevere le cure in seguito ai traumi facciali.