Usa, primo morto L’Ue: stop ai voli?

Il primo morto provocato dal ceppo H1N1 dell’influenza negli Stati Uniti è un bambino. Aveva preesistenti problemi di salute e veniva da Città del Messico. Il 4 aprile, con la famiglia, aveva preso un aereo per Matamoras, la città messicana a sud del confine, per andare a trovare parenti a Brownsville, oltre la frontiera col Texas. Due giorni dopo gli era salita la febbre. Il 13 aprile era stato ricoverato in un ospedale locale, ma l’indomani, quando le sue condizioni erano peggiorate, era stato trasportato a Houston. «Il bambino è morto lunedì», ha detto Kathy Barton, portavoce dell’Houston Department of Health and Human Services. Aveva 23 mesi. I ministri europei della Sanità intanto discuteranno oggi in una riunione straordinaria a Lussemburgo, la proposta francese di sospendere i voli per il Messico per contenere i rischi dovuti all’influenza suina.