Usa: quattro gemelli ammessi insieme all'università di Yale. È record

I fratelli Crouch hanno personalità diverse: Kenny è uno sprinter, Martina veste in modo vistoso e si mette un makeup rosso sotto gli occhi, Ray è un maratoneta e Carol è la «coscienza social» della famiglia. Ma i genitori degli studenti non sono ricchi

Quando il diciottenne Ray Crouch si è collegato dal computer di casa al sito di Yale per vedere se era stato ammesso alla famosa università lo schermo si è riempito di blu ed è apparsa la scritta «Congratulazioni!». La famiglia è esplosa in un urlo di gioia. Nel giro di pochi minuti la scena si è ripetuta altre tre volte: tutti i quattro fratelli gemelli avevano fatto domanda per Yale. E tutti sono stati ammessi. È la prima volta nella storia di Yale che la famosa università accetta quattro gemelli. Il responsabile delle ammissioni ha detto al New York Times - che racconta oggi la storia - che i quattro sono stati giudicati sulla base dei loro meriti individuali e non come 'pacchettò familiare. I quattro gemelli, tutti molto bravi a scuola, hanno personalità diverse: Kenny è uno sprinter, Martina veste in modo vistoso e si mette un makeup rosso sotto gli occhi, Ray è un maratoneta e Carol è la «coscienza sociale» della famiglia. Ma i genitori dei quattro studenti, la madre è nata in Nigeria, non sono ricchi. Pagare quattro rette universitarie è impensabile per la famiglia e molto dipenderà dall'aiuto finanziario che i funzionari di Yale saranno disposti a concedere ai quattro studenti. I gemelli hanno chiesto l'ammissione ad altre università e potrebbero quindi prendere strade diverse anche se finora hanno fatto molte cose insieme. Kenny ha già un appuntamento con Harvard e anche gli altri fratelli, che vivono a Danbury (nel Connecticut), sono interessati a esplorare la possibilità di finire altrove. «Dobbiamo essere pratici sotto il profilo finanziario - afferma Kenny - Non possiamo chiedere ai nostro genitori di fare ulteriori sacrifici economici. Molto dipenderà dall'aiuto che le università ci offriranno per pagare le rette». La loro ammissione in blocco a Yale è stata riportata dai giornali locali (nonchè oggi dal New York Times) trasformando i quattro fratelli gemelli in celebrità.